Ivan Calcaterra

Nato a Busto Arsizio (VA) il 9 Luglio del 1969. Ha frequentato il Liceo Artistico locale e quindi il corso di Illustrazione alla Scuola di Arti Applicate del Castello Sforzesco di Milano. 

Inizia come illustratore in ambito pubblicitario e nell’editoria scolastica poi poco dopo l’esordio in edicola del fumetto di fantascienza Nathan Never della Sergio Bonelli Editore, presenta alcune tavole di prova ad AntonioSerra, che lo arruola nello staff del personaggio, del quale fa parteda oltre venticinque anni. 

Nel 1993 tiene a battesimo l’esordio di Legs Weaver come primo personaggio femminile di casa Bonelli ad avere una testata propria, nell’albetto “Le mura di Blackwall”, mentre il debutto sulla serie regolare avviene col numero 33.

Nel 2014 realizza i disegni del Dylan Dog Color Fest n.12, che presenta il primo team up tra l’Agente Speciale Alfa e l’Indagatore dell’Incubo, mentre nell’aprile del 2017 fa il suo esordio sulla testata fantasy Dragonero.

Con lo sceneggiatore Stefano Vietti lavora anche allo spin-off Senzanima, di cui realizza il secondo volume, “Fame”, uscito nel novembre 2018, prima di lavorare ad altre storie della stessa serie.

Insieme all’amico e collega Giuseppe Di Dio crea per il lancio della rivista Focus Junior, nel 2007, i personaggi Geo e Gea e quindi, sempre per la stessa testata, la pagina a fumetti “Il Brodo Primordiale”. Per Gazzetta dello Sport lavora sul gioco di cards “Age – The Amazing Goal Era”.

Dal 1999 collabora con Giochi Preziosi in qualità di concept e character designer, lavorando sulle più importanti linee di giocattoli (tra cui Gormiti, Diabolik, Barbapapà, Biometal, Geronimo Stilton) e ideandone a sua volta.

Occasionalmente lavora anche in ambito pubblicitario e di pre-produzione cinematografica e televisiva, realizzando disegni e storyboard.

 

I commenti sono chiusi.