Massimo Gamberi

Fiorentino, classe 1973, dopo aver frequentato il Liceo Artistico nel capoluogo toscano; all’inizio degli anni ’90 entra a far parte del primissimo staff di “Desdy Metus, l’Insonne”, (un noir uscito per la prima volta ad inizio anni 2000 e ripubblicato in un albo composto da 7 storie brevi in occasione dell’Insonne day 7, tenuto a San Marino durante l’Uchronia Comics Convention), anche se la sua storia non riesce a essere pubblicata a causa della chiusura della casa editrice.

Dopo una breve parentesi sulle pagine di “Lazarus Ledd” per i tipi della Star Comics, lascia per una decina di anni il mondo del fumetto; vi rientra in punta di piedi nel 1996,

realizza la sua prima pubblicazione con il Lazarus Ledd n° 36 “Una sporca faccenda”, ma solo dal 2007 la sua passione si fa professionale (anche se non riconosce questa definizione) e, dopo alcuni anni di inattività, decide di riprendere i pennarelli in mano iniziando a collaborare con case editrici e riviste. con collaborazioni per Mercury e soprattutto per l’Anafi.

Per quest’ultima realizza copertine e fumetti che vengono notati da Sal Velluto che lo presenta a Glenn Ford, editor dell’australiana Frew Publishing che propone a Gamberi di entrare nel ristretto staff che realizza le storie di “Phantom” (personaggio creato da Lee Falk e Ray Moore nel 1936).

Nel 2017 disegna la copertina del “2017 Christmas Special” n° 1800 e nel 2018 su testi di Christopher Sequeira realizza ” Legacy of the Reef ” il suo primo fumetto sull’Uomo Mascherato (conosciuto anche come “Ombra che Cammina”), nel 2020 realizza la copertina dello speciale n°1858 “Isle of Eden”.

Dopo aver terminato il sequel di “The Reef” (una storia del 1964) prodotto per festeggiare i 70 anni della casa editrice, attualmente sta lavorando a una graphic-novel di “Phantom” intitolata “The Kiss of the Devil” su testi di Pidde Andersson.

Massimo Gamberi è stato Ospite di Collezionando 2019 presso lo stand dell’Anafi.

Si occupa inoltre delle copertine per la rivista trimestrale Il Fumetto di Asso Fumetti, l’Associazione dei fumettisti italiani, ha anche curato la copertina dei “Sentieri del west” trenta interviste a fumettisti italiani pubblicate dalla casa editrice Allagalla, specializzata in fumetti e saggi a tema fumettistico.

 

I commenti sono chiusi.