Sergio Giardo

Nasce a Torino il 14 Giugno del 1964, dopo essersi diplomato in discipline artistiche e grafica pubblicitaria, inizia a lavorando come grafico, visualizer e illustratore nel campo della pubblicità dal 1986 al 1994.

Poi entra a far parte dello staff di Zona X, fumetto edito dalla Sergio Bonelli Editore.

Per Zona X ha disegnato alcuni episodi de La stirpe di Elän e l’intera serie Legione Stellare scritte da Federico Memola.

Dopo la chiusura di Zona X illustrato un’avventura di Legs Weaver scritta da Stefano Piani, e poi entra a far parte dello staff di Jonathan Steele nuovo personaggio ideato sempre da Memola.

Nel 2004 passa a Martin Mystère realizzando un episodio per l’Almanacco del Mistero e sette episodi per lo spin-off di Martin Mystère “Storie da Altrove”.

Nel 2009 inchiostra le matite di Matteo Resinanti per il numero 215 di Nathan Never e nel 2010 illustra, su testi di Antonio Serra, un episodio della miniserie bonelliana Greystorm.

Esordisce ufficialmente su Nathan Never con il n°246 del novembre 2011, facente parte della lunga saga della guerra dei mondi, su testi di Stefano Vietti e dal n°250 del marzo 2012 diventa il copertinista ufficiale degli albi della serie regolare.

È docente presso la Scuola Internazionale di Comics di Torino e sporadicamente si occupa di consulenze pubblicitarie, illustrazioni, web design e character design.

Ha realizzato gli studi dei principali personaggi per le serie animate televisive “Farhat – Il principe del deserto” e “Sandokan III – Le due tigri” trasmessi dalla Rai e realizzati da The Animation Band con la regia di Giuseppe Laganà.

Nel 2015 pubblica con Plesio Editore il suo primo romanzo di fantascienza, “Roy Rocket, oltre l’infinito”, disponibile su Amazon in formato sia cartaceo che digitale.

Nel corso degli anni ha lavorato, tra gli altri, per: Classic Advertising, Bgs Darcy, Ferrero, Martini e Rossi, Fiat Auto, Piaggio, Toro Assicurazioni, Galliano Habitat, Torino Calcio, Acque minerali Pontevecchio, Walt Disney Italia, The Animation Band, Lumiq.

Nell’aprile del 2019 il cargo Cygnus ha portato sulla Stazione Spaziale Internazionale la copertina realizzata per un volume speciale di Nathan Never edito dalla Sergio Bonelli in collaborazione con l’Agenzia Spaziale Italiana e la European Space Agency.

I commenti sono chiusi.