Daniele Statella

Nato a Vercelli il 23 luglio 1972, dopo essersi diplomato alla Scuola ddel Fumetto di Milano esordisce nel 1999 con una trilogia di graphic-novel horror dal titolo Domani è un altro giorno (Edizioni Saviolo), poi lavora per International Press, Edifumetto, Edizioni Trentini, realizzando comics per adulti,

 producendo contemporaneamente illustrazioni per Rizzoli Rcs, Hachette, Mondadori, Baldini & Castoldi, Sperling&Kupfer e per le riviste Rolling

 Stone, Marie Claire e Cosmopolitan. 

Ha disegnato vari episodi per fumetti pubblicati da Star Comics, Edizioni If, Astorina e Sergio Bonelli Editore tra cui: Cornelio, Dr. Morgue, Nuvole Nere, Legion75, Factor V, Pinkerton, L’Insonne, Nick Raider, Diabolik, alcune storie di Unità Speciale per la Eura Editoriale e una storia breve per Agenzia Incantesimi (pubblicazione contenitore spin-off di Jonathan Steele). 

Con la sua Associazione culturale Creativecomics organizza la Scuola di Fumetto di Vercelli e svariati festival come “Vercelli tra le nuvole”, “Fumetti al Ricetto”, “Sport & comics” e “Casale Diabolika”.

Come regista firma alcuni cortometraggi e, con Alessia Di Giovanni, il film lungometraggio western horror Undead men che si pregia degli effetti speciali di Sergio Stivaletti e delle musiche del maestro Manuel De Sica (uscito nelle sale a marzo del 2013); sempre nel 2013 entra a far parte dello staff di Dampyr, di cui disegna l’albetto realizzato in occasione di Riminicomix 2013 Ballo di fine estate su testi di Claudio Falco.

Il suo primo albo della serie mensile a giungere in edicola è il n° 171, Ragazzi perduti, scritto da Giovanni Di Gregorio, datato giugno 2014, seguito nel 2015 da Il figlio di Kurjak sceneggiato da Mauro Boselli.

I commenti sono chiusi.